mercoledì 6 maggio 2015

Non chiedermi se ti amo - Rachel McIntyre



Casa Editrice: Newton Compton
Prezzo cartaceo: 9.90
Pagine: 256
Data pubblicazione: 16 Aprile 2015

La quindicenne Lara ha trovato la sua anima gemella. L' unico problema e' che e' il suo insegnante. La vita di Lara e' cambiata radicalmente dal momento in cui il padre ha perso il lavoro. Essendo la piu' grande, Lara cerca di mantenersi ottimista , come unica via di sfogo Lara ha il suo diario dove scrive apertamente sulla sua famiglia e cosa peggiore sul fatto che lei stessa e' vittima di bullismo a scuola. E poi, una luce splendente esce dal buio .Il nuovo e maschio insegnante, il Signor Jagger. L' unica persone che prende Lara sul serio e nota il suo potenziale. L ' unica persona che e' gentile con lei. L' unica persona di cui si innamora perdutamente e follemente. L' unica persona che non puo' ricambiare i suoi sentimenti...o puo'?


Premetto che in questo momento provo imbarazzo… 
Non so cosa dirvi, perché io stessa non ho capito se questo libro mi piace o meno, quindi cari lettori, proviamo a scoprirlo insieme.
Metterò a confronto punti a favore e a sfavore, cercando di non spoilerarvi nulla.

Un punto che ritengo assolutamente a favore è il tema, si parla di bullismo,  tema non molto ricorrente nei romanzi rosa. Questo libro sicuramente ci fa riflettere tanto. Come possono delle stupide ragazzine "imputarsi" così tanto su una loro compagna, senza alcun motivo? Minacciandola, facendole dispetti, iniziando a scattare foto e girare video da inserire su pagine web da loro create.  
Ma in fondo il bullismo è questo… 
Il  bullismo Ã¨ una forma di comportamento violento,  sia fisico che di natura psicologica, attuato nei confronti di soggetti identificati dal "bullo" come deboli ed incapaci di difendersi. L'accezione è principalmente utilizzata per riferirsi a fenomeni di violenza tipici di ambienti scolastici e più in generale di contesti sociali riservati ai più giovani.
Niente giustifica il bullismo. N I E N T E.

La nostra protagonista, Lara, non ho capito neanche perché, in realtà, è vittima di bullismo, ma ammettiamolo di solito non esiste un motivo per iniziare a praticare bullismo. Sei sociopatica/o e basta.

Altro punto a favore in questo romanzo è sicuramente la storia d’amore alunna/professore che a me piace tanto. Ho un’ossessione per queste storie dai tempi della prima stagione di “Pretty Little Liars”. Come potrei dimenticarmi dei miei amatissimi Ezra Fitz ed Aria Montgomery… Che storia la loro!
Quindi abbiamo assodato che questa trama mi piace… Viva le storie “scandalose”. Purtroppo son cresciuta con “Gossip Girl” e il gossip mi piace troppo xD
Vabbè la smetto, non cito più telefilm, PROMESSO… 
Ora parliamo dei punti a sfavore.
Ho odiato troppo i personaggi secondari. Tra personaggi "positivi" ci sono solo i nostri due protagonisti, e forse la cugina della ragazza, Emma, ma appare per troppo poco tempo.
Odio le storie raccontate sotto forma di diario o sms, ad esempio non sono riuscita a leggere “Scrivimi ancora” perché tutta la storia si basava su dei messaggi che si scambiavano i due protagonisti, da bambini fino all’età adulta. Dopo 20 pagine mi è salita una paranoia che neanche immaginate.
Invece il film l’ho amato, perché in fondo la trama era bella :3
Questo libro invece, è il diario di Lara. Odio le storie raccontate in questo modo, sembra quasi di leggere degli spoiler e non la vita della protagonista, le pagine di diario sono brevi, di certo non è raccontata tutta la giornata della ragazza. Questo ha fatto sì che la prima parte del libro mi risultasse noiosissima. 
Ho capito che si parla di bullismo ma oltre a quello non vi era nulla.  
Verso la metà si è fatto interessante, ma sicuramente certe storie potevano essere approfondite.
Quando però tutto filava liscio, ecco che finisce il libro… FINALE A UOVO!
Oddio quanto lo odio! Ci sono rimasta malissimo, che più male non si può, avevo rivalutato la storia e invece…

Quindi cari lettori, dopo quest’analisi non so ancora cosa dirvi.
Pensavo di riuscire a pronunciarmi di più su questo libro ed invece… Mi dispiace.
Lascio a voi la decisione,se leggero o meno, in fondo si legge in fretta,  non è grandissimo ed i libri della Newton non costano troppo.
Piccola osservazione, per una volta mi piace la copertina… Di solito le copertine non hanno niente a che fare con il libro, questa invece un po' lo rappresenta

“Quando il mio mondo era un doloroso ginepraio di orrori scolastici e liti casalinghe, sei arrivato tu e hai sgombrato il mio orizzonte. Quando ho creduto che tu mi amassi mi sono sentita una dea. Nessuno degli altri problemi mi ha più sfiorata perché avevo te, e avere te contava più di qualsiasi miseria”.


VOTO:

ALESSIA.



Nessun commento:

Posta un commento