martedì 14 giugno 2016

Recensione: Il ragazzo del libro accanto - Olivia Dade

Serie Amori in biblioteca:
1.Al diavolo i buoni propositi
2. Il ragazzo del libro accanto


Casa Editrice:Newton Compton
Pagine:288
Prezzo 7,90
Data pubblicazione:7 Giugno









Angela Burrowes lavora nella deliziosa biblioteca della contea di Nice. Sebbene sia brillante e amata dai lettori, una bella mattina di sole viene informata dalla sua superiore, Tina, che è sul punto di perdere il lavoro. Il motivo? Nonostante i continui richiami, la sezione erotica continua a essere un problema con le copertine troppo esplicite così in bella vista. Per non parlare delle libertà che Angie si è presa nell'organizzare la festa di Capodanno per single, o il concorso di scrittura di San Valentino, dove gli aspiranti scrittori si misurano con un racconto hot! E così, con l’umore sotto i piedi e una valanga di pensieri in testa, Angie si avvia verso casa. Ma il fato, si sa, può essere davvero dispettoso e l’incontro fortuito e travolgente con uno sconosciuto alto e sexy certo non l’aiuta a schiarirsi le idee. Lui è Grant Peterson, e l’attrazione tra i due è qualcosa di molto, molto simile a un colpo di fulmine. La mattina seguente, però, arriva una sorpresa come una doccia fredda: Grant è il nuovo direttore della biblioteca, intenzionato a riportare ordine e rigore nel regno di Angie! Come andrà a finire?

Le storie d’amore sono come i libri: 

si spera sempre che abbiano un lieto fine.


Angela Burrowes, per gli amici Angie, è una giovane bibliotecaria che ama i libri e il suo lavoro.
E' una donna istintiva, l'unica "ragione" che ascolta è quella del suo cuore. Per lei la vita è PASSIONE, ed è in nome di questa passione che rischia di perdere il suo lavoro.

Grant Peterson è un uomo cinico. Per lui il mondo è costituito da logica, calcolo e schemi. Affronta la vita con estrema razionalità, senza lasciare spazio ai sentimenti.

Tra di loro ci sarà un incontro/scontro che farà divampare la passione, ma il destino è crudele. Angie scoprirà ben presto che Grant è il suo nuovo supervisore, nonché l'uomo che dovrà regolarizzare il suo mondo.

Questo libro è ... uno SCEMPIO!
Non sapevo se ridere o piangere, in alcuni momenti mi sarei strappata gli occhi pur di non proseguire questa tortura.
Ci sono una serie di scene assurde che mi hanno lasciata a dir poco perplessa.

L'incontro tra Angie e Grant è ridicolo.
Tra i due ci sarà un incidente d'auto in cui Grant perderà una valigia.
Indovinate cosa c'è al suo interno?
Centinaia di preservativi di tutti i tipi e di tutti i gusti.
Ebbene si, mie care lettrici, Grant è una reincarnazione di Rocco Siffredi.
Ovviamente oltre al danno c'è anche la beffa.
Non solo l'autrice ha inserito una valigia piena di preservativi che basterebbero per un esercito, ma ha anche precisato che il nostro Grant è un uomo super dotato, quindi pur volendone prestare qualcuno non si può perché un comune mortale non saprebbe come riempirlo.

Assurdità numero due.
Secondo voi una bibliotecaria di cosa si occupa?
Io avrei risposto libri, ma l'autrice m ha aperto un nuovo mondo.
Il lavoro di Angie consiste in una serie di giochi sulla fiducia da svolgere con Grant.
Io mi chiedo MA SIAMO SERI?
Non si può scrivere un libro in cui i personaggi impiegano il loro tempo giocando ad obbligo o verità e cose simile.
Mi sto ancora chiedendo se i due personaggi fossero due adulti o due ragazzini.

Questa storia è piatta, noiosa, priva di senso e di emozioni.
Se la Newton ha pubblicato questo orrore, allora ci sono speranze anche per la sottoscritta.
Da oggi mi cimenterò anche io con la scrittura.

State alla larga da questa roba, sono sicura mi ringrazierete.
Alla prossima.
Un saluta da una RAGGIO DI SOLE disgustata.

VOTO;



           




2 commenti:

  1. Davvero raggio di sole?? lo depenno alla velocità della luce meglio non perdere tempo!

    RispondiElimina