venerdì 14 aprile 2017

Il diario segreto di Lizzie Bennet di Bernie Su & Kate Rorick - Recensione


Ormai una settimana fa abbiamo pubblicato la recensione di Carry On (QUI) e mi sono ricordata che lo stesso voto lo diedi molto tempo fa.

Cercando fra le mie vecchie cartelle sul pc, ho trovato questa recensione e ho pensato che sarebbe stata perfetta per il Demolition Book Derby, la rubrica ideata insieme a Jess (The Ink Spell).
Quindi ragazze godetevi questa recensione vecchia come la preistoria...

Il diario segreto di Lizzie Bennet

Bernie Su & Kate Rorick
Genere: Young Adult
Editore: Newton Compton
Prezzo: Cartaceo ---€ - Ebook 4,99€
Serie: Autoconclusivo
Pubblicato: 13 Giugno 2016

Trama: La studentessa ventiquattrenne Lizzie Bennet è afflitta dai debiti delle spese universitarie e vive ancora con le sue due sorelle, la bellissima Jane e l’avventurosa Lydia. Quando inizia a registrare le sue riflessioni sulla vita per la sua tesi e le pubblica su Youtube, non immagina che The Lizzie Bennet Diaries prenda presto una vita loro, trasformando in un batter d’occhio le sorelle Bennet in celebrità della rete.
Quando il ricco e attraente Bing Lee arriva in città con il suo riservato amico William Darcy, le cose iniziano a farsi davvero interessanti per i Bennet, e per i loro fan. Ma non tutto viene registrato. Per nostra fortuna, Lizzie ha un diario segreto. Il diario segreto di Lizzie Bennet porta i lettori nelle profondità del mondo di Lizzie e ben oltre i confini della sua videocamera, dal matrimonio in cui incontra per la prima volta William Darcy al ritrovo locale del Carter’s Bar, e molto altro. Le meditazioni private di Lizzie sono piene di dettagli che raccontano molto di casa Bennet, compresi i suoi sospetti sull’instabile situazione finanziaria dei suoi genitori, la relazione nascente di sua sorella con Bing Lee, le insidie della sua inaspettata fama, e le sue incertezze per il futuro, e con chi desidera condividerlo.
Pieno di freschi colpi di scena che deliziano fan e nuovi lettori, Il diario segreto di Lizzie Bennet si basa sul fenomeno della web serie che ha catturato una generazione e reinventa la storia di Orgoglio e pregiudizio in modo del tutto nuovo.


Recensione

Ma chi sono queste due tizie che hanno scritto questo scempio, chi diavolo sono?
Tagliategli subito la testa *invoca la Regina di cuori*
Quale persona sana di mente avrebbe riscritto un libro che era già perfetto?!?

Ora, miei cari lettori, so che sarete titubanti e vi starete chiedendo come mai una persona sana di mente abbia mai voluto leggere questo romanzo che già da solo urla "FACCIO SCHIFO".
Sinceramente?
Non so perchè l'ho fatto, forse a causa del mio amore smisurato per voi e per la Austen, forse la curiosità, forse perchè volevo proprio leggere un libro brutto in modo che il mondo ritrovasse il giusto equilibrio?
I HAVE NO IDEA!

Prima di passare a parlarvi dei protagonisti, o di qualunque cosa si possa parlare in una recensione, ho delle riflessioni da fare su come "Orgoglio e pregiudizio" non possa essere "modernizzato".

E'una storia del diciannovesimo secolo per la miseria, come puoi riscrivermi una storia per intero inserendoci un po' di tecnologia a destra e manca?
Quello è un libro perfetto proprio perchè fa riflettere su una realtà ben diversa dalla nostra, una realtà in cui le donne erano considerate quasi delle nullità, in cui il matrimonio era l'unica aspirazione e non si può modernizzare questa cosa, perchè di mezzo ci son passati due secoli e ci sono state parecchie lotte femminili.

Ora.
*rullo di tamburi, squiollano le trombe* vi presento Lizzie Bennet, studentessa di comunicazione di giorno e vlogger di notte.
Cosa ho odiato di Lizzie?
TUTTO.
Avete presente la vera Elisabeth, quella arguta, super intelligente e chi più ne ha più ne metta?
Bene, DIMENTICATELA, questa è una cretina qualunque, una ragazza che vuol far di tutto per sembrare intelligente ed invece è la prima stupidina del quartiere, una che decide di consegnare come tesi di laurea i suoi vlog, perchè è normalissimo far vedere dei vlog ad un rettore che sarà sicuramente ultranovantenne, come è normalissimo che una docente appoggi quest'idea.
Ah, ma la cosa più scioccante è un'altra....

La cara Lizzie ha deciso di vestirsi come i membri della sua famiglia e di raccontare quello che succede in casa propria, di come la madre sia una pazza squilibrata, rimasta nel diciannovesimo secolo, di come Lydia sia una poco di buono... TUTTO.

Che idea intelligente, nessuno ha mai avuto un'idea grandiosa come questa.
Infatti, l'idea è così "BUONA" che in una settimana la tizia riceve 60.000 iscrizioni al suo canale.
Apro una piccola patrentesi da blogger, perchè devo spiegarvi una cosa.
Tutte queste persone che ti seguono non si trovano in così poco tempo schioccando le dita, è praticamente impossibile, ve lo dice una persona che smazza dietro questo blog da un anno e mezzo.
Sapete come l'esperta della comunicazione giustifica questa cosa??
LO SPAM!
Praticamente fare spam significa farsi pubblicità, condividere i vlog, o nel mio caso i post, un po' ovunque per raggiungere più persone.
Vi siete accorte di quanto spam facciamo??
Vi siate accorte di quanto è bello il nostro blog?
Beh, 60.000 seguaci non si raggiungono in questa maniera.

Ora vi do un altro motivo per odiare questo libro e soprattutto Lizzie.
Una bella sera, tutte e tre le sorelline (si perchè le tizie autrici si sono concesse una licenza poetica e hanno deciso di metterci tre sorelle) decidono di andare in discoteca e qui incontrano Darcy e compagnia bella, comunque il punto non è questo.
Lydia, la sorella minore, inizia a slinguazzarsi tutti, ad ubriacarsi e a strusciarsi.
Ad un certo punto però, interviene Lizzie e ci illumina dicendo che al giorno d'oggi una ragazza non può nemmeno andare in giro perchè rischia di essere violentata.
Mi state prendendo in giro?
Tua sorella è una TROIA, passatemi il termine, e la colpa sarebbe dei ragazzi?
Beh, non credo proprio, la prossima volta spiegale come si fanno i bimbi e poi ne riparliamo...

Altro motivo per cui non leggere questo libro è che tutto è stato ridicolizzato.
Sono stati dati dei nomi ai personaggi, della serie, WILL DARCY, BING LEE, CAROLINE LEE, GEGE DARCY.
Ridicolizzato perchè Caroline indossa degli occhiali da sole Praga, perchè Darcy possiede un bel PC e ci sa scrivere bene, perchè Bing Lee è un cretinetto che decide di comprare una casa in campagna.
Personaggi senza spessore e abbastanza inutili.
E poi la storia fra Jane e Bing Lee (in questo caso si chiama così) viene anch'essa ridicolizzata.

Il tutto viene ridotto ad un seguirsi su twitter e per una fan della Austen questa è una vera bassezza.
Ultimo motivo, forse il più importante...
Non leggete questo libro per rispetto a Jane Austen.

Questa donna ha vissuto una vita infelice e monotona, la scrittura è stata la sua unica gioia e non possiamo disturbare il suo eterno riposo in qualche Cattedrale dell'Inghilterra, semplicemente non si può.





VOTO:
NON CLASSIFICATO 



16 commenti:

  1. Io nemmeno lo conoscevo questo libro xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una di quelle uscite newton da cui ti tieni alla larga ahahahsolo io posso scegliere ste cavolate

      Elimina
  2. Ciao Alessia,
    prima di tutto ancora una volta adoro questa rubrica ah ah perchè mi fate sempre ridere. Il voto finale non classificato poi è il massimo ^-^
    In realtà avevo segnato questo libro perchè come tante adoro Jane Austen, ma leggere la tua recensione mi ha proprio demoralizzata, sicuramente me ne terrò alla larga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie susy!!! Io adoro te invece ahahah

      Elimina
  3. Ricordo che mi aveva ispirata al tempo della sua uscita, ma non ho letto una singola recensione positiva da allora e la tua non fa che confermare. xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non le lessi per non rovinarmi la lettura, come no, peggio di così non poteva andare ahahaha

      Elimina
  4. *Un applauso con tanto di alzata in piedi per Alessia.* (Dico sul serio.) Non ho letto questo libro per mia ENORME fortuna. Allora voglio dire alcune cose. La prima è che se fosse stato per me, lo avrei lasciato lì solo dalla trama banale. Della Austen non ho letto ancora nulla, ma so di cosa trattano i suoi libri, e non trovo sensato farne una versione 2.0, non sono contro hai "finti" sequel, anzi se una persona è brava, mi piacerebbe magari leggere un ipotetico (per dire) Haidi e Peter adulti. Però che rispetti fedelmente la vera storia. Ci sono storie come Canto di Natale, che possono essere secondo me portate anche ad oggi, perché ancora ci sono persone meschine che si credono di ottenere tutto con la cattiveria e la prepotenza. Però non possono parlarmi di matrimonio combinato (da quello che mi pare di aver letto) al giorno d'oggi in Occidente, ma serio?! e come se facessero una versione erotica dei Promessi sposi, il senso? già a me sono venuti i brividi quando ho letto il titolo di Orgoglio e pregiudizio Zombie, questo poi è molto peggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ODDIOOOOO GRAZIE MILLE NELLY!!!
      Io la penso esattamente come hai detto tu, è impossibile adattare classici nella nostra era semplicemente perchè la società è cambiata e non esistono più certi valori. Si finisce per ridicolizzare il tutto

      Elimina
    2. Prego ci mancherebbe. Anzi se sapessi che anche qui si possono mettere le GIF ne avrei usata una anche io xD. Mi meraviglio che sia SOLO in eBook e che non sia il classico caso di libro dal dubbio gusto che è uscito in cartaceo -.-

      Elimina
    3. non canterei vittoria tanto presto, magari ce lo ripiazzano in versione economica fra qualche mese...

      Elimina
    4. Babba bia! spero proprio di no.

      Elimina
  5. Devo ancora capire cosa cavolo passa per la testa a chi decide di scrivere un libro del genere! La trama mi aveva fatto temere il peggio ma dopo la tua recensione e il voto non posso che metterlo nella mia lista nera! Sono d'accordo con Nelly, anche a me sono venuti i brividi nel leggere il titolo Orgoglio e Pregiudizio Zombie...ma siamo seri?! O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. La cosa oscena è che ne hanno fatto un film di quello che cito io, e che ci sono persone che lo apprezzano. Vorrei leggeste la trama, anzi vi cito un pezzo solo che basta e avanza.
      ...Mr. Bennet ha cresciuto le figlie insegnando loro varie arti marziali e l'utilizzo di diverse armi, in modo tale che siano perfettamente in grado di difendersi dai non-morti...

      Elimina
    2. Ho la pelle d'oca! Il pezzo che hai citato mi basta e mi avanza...lista nera anche per lui! Non so come facciano ad apprezzarlo, per me che amo l'originale leggere questo è un colpo al cuore!

      Elimina
    3. Oddio Nelly, quel pezzo basta e avanza anche a me, che schifo!!!

      Elimina
    4. @Lucia: Comprendo molto bene. Anche se io il libro in questione quello vero ancora non lo conosco. Però e come se facessero una versione 2.0 del Giardino segreto che amo molto. Dove Mary è una ragazzetta alle prese con Youtube oppure una cacciatrice di Licantropi. Mi verebbe male!
      @Alessia: Ahahaha, però come dice Lucia non so come fanno alcuni a dire che gli piacciano queste versioni.

      Elimina