venerdì 27 novembre 2015

Recensione: La vita in un ring - Manuela Cinti




Casa Editrice: Lettere Animate editore
Data pubblicazione: 4 Novembre
Pagine: 72
Prezzo ebook: 1,49









Storie di vita di persone diverse si intrecciano e si sfiorano nel romanzo, la Vita in un Ring. Ambientato all’interno di un palazzo, Il civico 79, donne e uomini, si trovano ad affrontare le proprie battaglie personali sul ring più difficile, quello della vita. Maria, anziana signora del quarto piano, è il filo conduttore di tutta la storia. La donna, che ha sempre una buona parola per tutti, entrerà silenziosamente nelle vite disordinate di Cecilia, Luca, Anna e Roberto e, grazie anche al suo prezioso aiuto, i quattro “ Lottatori” riusciranno a vincere ognuno la propria sfida.

"I colpi fanno male. Molto male. Bisogna tener duro e saper incassare"


"Poche pagine, mille emozioni", una frase che descrive pienamente questo piccolo romanzo.
L'autrice è riuscita con poche parole a creare una storia che lascia il segno. 
Una storia rivolta a tutti, che ci insegna l'importanza di lottare nella vita come nella boxe.
Non arrenderci mai, non mettere mai in secondo piano i nostri sogni, non perdere mai la speranza, non disperarci per ciò che abbiamo perduto, ma gioire per ciò che ancora possediamo.
I quattro protagonisti sono Cecilia, Luca, Anna e Roberto.
Apparentemente non hanno nulla che li accomuna, ma in realtà c'è un filo invisibile che li lega: il civico 79 e la signora Maria.

Maria rappresenta la saggezza.
Lei è una donna che ha vissuto la sua vita, ha lottato le sue battaglie e ora cerca di insegnare ai quattro protagonisti l'importanza della vita e delle sfide a cui essa ci sottopone.
Cecilia è una giovane donna che inizia ad affrontare le prime sfide, a subire le prime delusioni e a provare le prime paure. Ha mille dubbi sul suo futuro e un grande sogno da realizzare.
Maria le insegnerà ad avere fiducia in se stessa e che bisogna mettersi in gioco per realizzare i propri desideri.
Le insegnerà che la vita spesso ci riserva delle spiacevoli sorprese, ma bisogna sempre continuare a lottare.
"Cecilia devi credere nei tuoi sogni e in te stessa. 
Non avere paura."
Luca è un uomo che subisce passivamente gli eventi.
Non ha il coraggio di combattere, quindi si ritrova imprigionato in una realtà che non gli appartiene.
Grazie a Maria scoprirà l'importanza di ascoltare se stessi per ritrovare la propria armonia.
"Bisogna fare silenzio per ascoltarsi"
Anna è una donna che ha perso fiducia nella vita.
Il suo sogno di avere una famiglia felice è distrutto. 
Si ritrova sola con suo figlio.
Per lei la realtà è priva di colori e di passione, vive ogni giorno senza speranza.
Maria le insegnerà a recuperarla, perché a tutti è concessa una seconda possibilità.
 "L'importante è avere la speranza di amare di nuovo Anna.
Non affogare nella palude dei rimorsi"

Roberto ha perso tutti i suoi sogni.
Ex pugile, non può più combattere, correre, insegnare.
A causa di un incidente è costretto a vivere su una sedia a rotelle.
In passato era abituato a lottare e vincere, mentre ora crede di essere un perdente.
Maria gli insegnerà l'importanza dell'amore, l'unica medicina capace di guarire qualsiasi ferita.


"Quando ti sentirai giù prova a pensare a tutto l'amore che hai.
Sarà la tua arma vincente.
L'amore allontana il dolore e ti spinge in alto.
Fuori dagli abissi"

L'autrice, attraverso Maria, ci comunica l'importanza di essere onesti; l'importanza di agire secondo i propri desideri... Ogni desiderio infatti rispecchia noi stessi.
Ci insegna a non arrenderci, perchè la vita Ã¨ fatta di infiniti round.
L'importante non è vincere o perdere, ma COMBATTERE.

Alla prossima RAGGIO DI SOLE

VOTO:

Nessun commento:

Posta un commento